12.09.2013 – Mozzarella di Bufala Campana DOP messa in sicurezza

MOZZARELLA DI BUFALA CAMPANA DOP MESSA IN SICUREZZA.

ERNESTO BUONDONNO (CONFAGRICOLTURA) IN AUDIZIONE ALLA COMMISSIONE AGRICOLTURA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI

“Un ulteriore decisivo passo in avanti verso il traguardo della trasparenza e del rinnovamento della filiera della Mozzarella di Bufala Campana DOP”; questo è il commento della Confagricoltura che è intervenuta con il Presidente della Federazione Nazionale di Prodotto, avv. Ernesto Maria Buondonno, all’audizione in Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati tenutasi ieri.

“Sarà mio impegno personale, della Confagricoltura e delle altre organizzazioni – ha ribadito il presidente della federazione di prodotto Buondonno – una chiamata a raccolta di ogni singolo allevatore e trasformatore, per avviare immediatamente quel percorso di trasparenza del comparto che permetterà di rilanciare a pieno diritto la mozzarella quale prodotto “Unico” ed invidiato da tutto il mondo”.

L’audizione – illustra Confagricoltura – è servita ad illustrare, chiarire e ribadire non solo quelli che sono i punti fermi della strategia di rilancio fortemente voluta dall’organizzazione degli imprenditori  agricoli della Campania, condivisa e supportata dall’impegno dell’assessore on. Daniela Nugnes e dalla Giunta regionale della Campania, ma anche a dissipare alcune pericolose zone d’ombra emerse recentemente.

La Commissione – prosegue Confagricoltura Campania – ha apprezzato la chiarezza ed il forte impegno della compagine allevatoriale, assicurando la richiesta di un decisivo e tempestivo intervento del Governo, per portare avanti il progetto di rilancio della filiera, con una specifica norma nazionale.

Uno dei primi impegni condivisi con i componenti della Commissione Agricoltura è stato proprio quello di non dover assolutamente dare corso ad alcuna modifica del disciplinare di produzione, contrariamente a quanto richiesto in una precedente audizione sempre in Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati da parte del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala campana, in materia di possibile impiego di cagliata congelata, ma soprattutto si è preso impegno, vincolante per tutti gli allevatori, di dare corso ufficiale, definivo e vincolante alla tracciabilità delle produzioni giornaliere del latte di bufala munto ed inviato al caseificio, con le modalità individuate dalla Regione Campania, come obbligo e responsabilità di tutti gli attori della filiera per la vera salvaguardia di un prodotto unico al mondo.

Commenti chiusi