28.11.2012 – ALIMENTI: CONSALVO (CONFAGRICOLTURA), “I CIBI ITALIANI E EUROPEI SONO PRODOTTI CON STANDARD ELEVATI E SONO SICURI E CONTROLLATI”

“Occorre un approccio di comunicazione positivo verso i prodotti agricoli nazionali, imparando ad esaltarne la qualità, puntando anche sulla credibilità e la professionalità di chi li produce. Iniziamo a dare valore all’impegno degli imprenditori agricoli e delle Istituzioni ”. Lo ha sottolineato Giandomenico Consalvo componente della Giunta di Confagricoltura, intervenendo alla tavola rotonda “L’alimentazione un percorso di trasparenza dalla Tavola alla Terra”, che si è tenuto a Roma, a Palazzo Giustiniani.

Per quanto riguarda la lotta alle frodi Consalvo ha fatto presente l’utilità del progetto di ricerca illustrato a Palazzo Giustiniani e realizzato da LIMS – Dipartimento di Chimica Torino, Ispra e Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza. Uno strumento che migliora la possibilità di tracciare il prodotto appunto “dalla tavola alla terra” ed in particolare il pomodoro da industria, risalendo tramite isotopi all’areale di coltivazione.

Occorre mettere in evidenza l’importanza per l’agricoltura e l’economia nazionale del pomodoro da industria: l’Italia è il terzo produttore al mondo e il pomodoro è il secondo prodotto agricolo maggiormente esportato dopo il vino ed il primo del settore ortofrutticolo. Una realtà da tutelare, valorizzare e promuovere, anche con azioni a tutela della produzione realizzata a partire da materie prime nazionali.

 “L’Europa è già avanti rispetto al resto del mondo in termini di rintracciabilità e sicurezza alimentare – ha rimarcato Consalvo -. C’è infatti una serie di requisiti di produzione richiesti alle imprese che vano al di là degli standard adottati dai Paesi Terzi, senza contare il sistema obbligatorio di rintracciabilità per alimenti e mangimi lungo tutte le fasi della filiera ‘dalla terra alla tavola’”. Uno strumento utilizzato anche per il “sistema di allerta rapido”, utile a  fronteggiare le eventuali emergenze, come purtroppo talvolta accaduto. In generale i prodotti alimentari sono controllati, le eventuali anomalie possono essere immediatamente individuate ed il consumatore è garantito. Non vede con i propri occhi la rete di sicurezza, ma sa che c’è. Anche i dati sulla sicurezza alimentare pubblicati dal ministero della Salute confermano che i prodotti ortofrutticoli italiani freschi sono assolutamente in regola.

 “In tutto il mondo il vero prodotto ‘made in Italy’ e la professionalità degli imprenditori italiani non temono né il confronto, né la concorrenza – ha concluso Giandomenico Consalvo -. Proseguiamo verso una sempre maggiore qualificazione delle nostre produzioni che già rispettano standard elevati“.

Commenti chiusi