21-11-2012 – Le Forze dell’Ordine smantellano una rete di malviventi che avevano preso di mira gli imprenditori agricoli della Piana del Sele. Confagricoltura ringrazia, con una lettera, il Prefetto ed il Questore di Salerno.

Rago (Confagricoltura): “Solo attraverso la sinergia con le Istituzioni si può giungere ad un rafforzamento della presenza dello Stato quale baluardo contro corruzione e delinquenza”.

 

Con una lettera inviata al Prefetto di Salerno, dott.ssa Gerarda Maria Pantalone, ed al Questore di Salerno, dott. Antonio De Iesu, Confagricoltura Salerno ha voluto congratularsi e ringraziare le Istituzioni per la brillante operazione che ha portato, nei giorni scorsi, le Forze dell’Ordine a sgominare una pericolosa banda di malavitosi che da qualche tempo turbava la quotidianità delle imprese agricole operanti nella Piana del Sele. Nella missiva Rosario Rago, presidente provinciale di Confagricoltura Salerno, ha voluto testimoniare la riconoscenza delle realtà agricole rappresentate per l’impegno e la pronta risposta offerta alle segnalazioni di “un fenomeno che – ha dichiarato il presidente Rago – se non arginato a dovere, avrebbe fortemente minato e corrotto il sano tessuto imprenditoriale provinciale, che, specie nell’agroalimentare rappresenta – anche in questi difficili momenti economici – ancora un settore economico attivo, che produce reddito e dà lavoro”. Nella lettera Confagricoltura Salerno ha ribadito l’impegno dell’Organizzazione ad una stretta collaborazione con le Istituzioni, sottolineando che è “solo all’interno di queste sinergie che si può giungere ad un rafforzamento potente della presenza dello Stato quale baluardo contro corruzione e delinquenza”.

Commenti chiusi